Ricerca al ristorante “La rocca” a Borgo di Ceri

La storia:
Il borgo attuale venne fondato nel 1236 su un precedente piccolo abitato risalente al VII secolo quando gli abitanti della vicina 
Caere (Cerveteri) abbandonarono quest’ultima per trasferirsi in una posizione meglio difesa naturalmente.
Al nuovo centro diedero il nome di 
Caere Novum (oggi semplicemente Ceri. Nello stesso periodo, per motivi di sicurezza, venne costruito il castello che troneggia a difesa del borgo).
Fra il XIII secolo ed il XIV secolo Ceri fu dominio dei Normanni, per divenire di proprietà di alcune delle più grandi famiglie romane: dagli Anguillara (della quale fu esponente Renzo di Ceri) ai Cesi, ai Borromeo, agli Odescalchi e per finire ai Torlonia, che in gran parte ne sono ancora proprietari.
Oggi gran parte di quello che rimane dei resti antichi giace nel sottosuolo della attuale Ceri. Il ristorante la Rocca di Ceri vanta una cantina antichissima, probabilmente fondata tra la fine del periodo etrusco e l’avvicendarsi di quello romanico. Interamente scavata nel tufo viene usata ancora oggi per conservare i vini pregiati del locale.
La leggenda relativa a questa cantina incomincia da una foto scattata da alcuni turisti che videro ritratta una figura che molto somigliava ad un uomo. Da qui comincia il lungo passaggio di Medium e curiosi ricostruendo la storia del “Fantasma della cantina”
Tramite alcune ricostruzioni storiche si è risaliti alla possibile associazione tra la figura nella foto e la storia di un nobile francese murato vivio nei secoli scorsi .

Ricerca preliminare ed unica anomalia riscontrata

L’indagine Preliminare si è svolta di tardo pomeriggio. Il luogo di ricerca è suddiviso in tre “stanze” che una ad una scendono sempre più in profondità. L’ultima di queste non viene usata. Abbiamo monitorato l’ambiente e provato ad ottenere qualche registrazione. Montando tutta la strumentazione come siamo soliti fare per un monitoraggio completo di ogni ambiente. L’unico evento anomalo finora ripreso dalle nostre videocamere, all’interno delle cantine del ristorante “La Rocca”. Nel momento della ripresa, nessuno era presente ed il bagliore non poteva provenire da nessun altro luogo ed essere ripreso essendo la direzione da cui arriva un pertugio chiuso.

 

 

La foto famosa della cantina della Rocca, fotografata da 2 turisti anni addietro.

Condividi sui social

Author: admin