Ricerca al pub “La perla nera”

Storia:

Il locale posto in una frazione del paese di Alatri in provincia di Frosinone. Il locale dall’esterno appare come un qualsiasi luogo di ristorazione. L’interno è suddiviso in una sala principale comunicante tramite un arco con una minore dove è posizionato un biliardo. Accanto ad esse le cucine. La costruzione è recente e l’unico fatto degno di nota è che il locale è costruito su un terreno prevalentemente rurale che fu utilizzato per diversi anni dalla chiesa. (Storie tramandate oralmente dicono che fu utilizzato per il seppellimento di corpi in mancanza di luoghi adibiti a tale scopo)

Testimonianza e fenomeni riscontrati in fase preliminare:

  • Durante una serata verso la mezzanotte, uno degli ospiti si è fotografato tramite cellulare. Alla visione della fotografia scattata ha notato dietro di se il volto di una persona rimasta impressa nello scatto. (Scatto T)
  • Il responsabile del locale ha notato che gli orologi posti nella cucina tendono a fermarsi quando posti in un determinato punto. Nonostante siano state più volte cambiate sia le batterie che sostituiti gli stessi orologi,il fenomeno continua a ripetersi.
  • Sempre nella cucina, si notano oggetti che si spostano dalla loro locazione o cadono dalle mensole senza un apparente motivo o forza che li sposti.

 

Scatto T – Eseguito dalla persona che per motivi di privacy è stata tagliata dalla fotografia

 

Ricerca:

Giunti sul luogo, decidiamo una volta sentite le testimonianze, di monitorare:l’ambiente della cucina, ricca di avvenimenti e il punto esatto ripreso dalla fotografia. Posizioniamo quindi tutta la strumentazione nella eventualità di un ripetersi dell’evento.E’ stata effettuata una mappatura preliminare di tutti i luoghi sensibili a cambiamenti di temperatura. Il legno che ricopre gran parte del locale genera in alcuni punti un calore differente che se non monitorato in fase preliminare rischia di generare falsi positivi. Lo stesso vale per tutti gli apparecchi elettrici presenti alla Perla nera. Per assicurarci che non generino anch’essi falsi positivi abbiamo preferito togliere la corrente. Dove questo non era possibile abbiamo rilevato l’intensità del segnale per eventuali confronti a fine ricerca.

Anomalia 1:

Nello stesso punto della fotografia della segnalazione, tramite telecamera termica, riscontriamo la formazione di un extra con sembianze antropomorfe. (Foto B)

 

Scatto in IR

 

Scatto con fotocamera termica (Foto B)

 

 

Anomalia 3:

Sempre nell’angolo dell’anomalia 2, riscontriamo con l’ausilio della camera termica il passaggio di una formazione di calore davanti l’obiettivo, come di un qualcosa che stesse attraversando la stanza. Questa formazione a differenza di molte altre è però risultata ai piedi di un piccolo mobile presente nel locale. L’ipotesi più suggestiva richiama alla mente un gatto. E’ possibile, ma non confermato che sia stata rilevata proprio

una traccia residuale (Foto C)

 

Scatto fotocamera Termica (FOTO C)

 

 

Conclusioni:

Della formazione di calore nella foto D non possiamo trarre alcuna conclusione. Resta una formazione interessante di energia extra in quanto ovviamente in un primo momento non era presente. La manifestazione nella foto C, quella che sembra appartenere ad un animale se pur molto rara, può essere spiegata partendo dal presupposto che qualunque essere vivente lascia una traccia di se nel nostro piano esistenziale. E’ quindi possibile che ci si trovi davanti ad un fenomeno di tipo residuale, L’energia dell’animale è rimasta impressa nell’ambiente riproponendosi nel momento dello scatto. Usiamo il condizionale in quanto il fenomeno non si è ripresentato, sta di fatto che però nel momento in cui veniva inquadrato il punto che si vede in foto, “L’extra” è entrato nel campo dell’inquadratura permettendo lo scatto. L’ultima anomalia, è una formazione extra ed antropomorfa non visibile senza l’ausilio della camera termica. Non si è notato alcun tipo di interazione tra la formazione ed i presenti, ne nessun altro indizio ci ha fatto propendere per l’ipotesi di un entità senziente. Rimane quindi l’ipotesi residuale, conclusione che va presa comunque con cautela e con riserva, certificabile ulteriormente nelle prossime ricerche nello stesso luogo. Rimangono fenomeni di natura paranormale oggettivi, possiamo quindi affermare stavolta senza riserva che all’interno del pub “La perla nera” si sono manifestati fenomeni paranormali.

Condividi sui social

Author: admin