Foto Paranormali

Ogni scatto presente nella seguente raccolta, è stato effettuato all’interno di luoghi presunti “infestati” ed in condizioni di controllo. Tutto il materiale presente in questa raccolta è il frutto di anni di ricerche sul campo e di una constante applicazione nello studio della fenomenologia paranormale e delle sue estrinsecazioni. 

 

Ricerca al castello di Fumone

Durante l’analisi nella stanza della teca, una figura si è manifestata all’interno della stessa.
Abbiamo effettuato dei controlli incrociati sia sul momento che successivamente, attraverso le altre videocamere fisse (come da nostra prassi), ricavando un video che dimostra che al momento dello scatto, nessuno era presente né dentro la stanza ne nel punto indicato tantomeno sulla porta d’ingresso alla teca o nei pressi della stessa.

Comparazione Termico/Visibile

 

Ricerca al castello di Poppi

nella fotografia scattata nella sala della biblioteca al castello di Poppi, è emerso un extra davvero notevole. la figura antropomorfa formatasi durante la ricerca è molto chiara e sembrerebbe rappresentare un mezzo busto di profilo con dei capelli raccolti. I testimoni, le guide del castello, nel medesimo istante in cui è stata scattata la fotografia testimoniano di non aver visto nulla davanti ai propri occhi. 

  

Stessa fotografia con diversa scala cromatica

Dettaglio dell’anomalia riscontrata

 

 

Ricerca all’ex Manicomio di Santa Maria della Pietà

Nelle foto scattate (IR e UV) è emerso un impressionante dettaglio in fondo al corridoio. Mentre effettuavamo delle prove sui tempi di posa con la nostra Reflex, abbiamo catturato una figura nera ed immobile. Sembrerebbe una sagoma antropomorfa (simile ad una figura umana). Il presente scatto è il secondo di una serie di scatti con 1 – 1,5 secondi di differenza tra l’uno e l’altro.

Dettaglio della figura antropomorfa

 

 

Ricerca in abitazione privata in provincia di Latina (RM)

Come evidenziato dall’allegato, in un particolare fotogramma (nel contesto di una lunga sequenza di foto), si evince sul lato sinistro una formazione antropomorfa che non coincide affatto con la disposizione dei presenti seduti attorno al tavolo ma con profondità diversa, tantomeno con la temperatura riflessa emessa: inferiore di abbondanti 5 gradi rispetto a quella corporea dei presenti in sala. 

 

Dettaglio anomalia presente sulla sinistra

 

 

Ricerca presso Il Palazzo Senatorio del Campidoglio (RM)

Teatro dei primi avvenimenti è stata proprio la sala della musica del Palazzo Senatorio. In questa stanza abbiamo registrato due scatti termici dove sembrerebbe comparire proprio la figura di un monaco. Nel primo scatto il cerchio in alto ed il contorno spiovente sembrano formare un saio mentre nel secondo la formazione sembra essere leggermente di profilo rispetto al primo.

Primo scatto fronte

Secondo scatto profilo

L’oggetto in questione (una maniglia tonda con pulsante superiore) misurava ben 30° rispetto alle altre maniglie delle porte attigue che si assestavano intorno ai 20, Poco dopo la temperatura della maniglia è andata scemando, come se qualcuno l’avesse prima tenuta stretta per poi discostarsene. L’evidente rossore della maniglia ha attirato la nostra attenzione. Dopo varie prove eseguite in seguito, abbiamo calcolato che stringendo con le mani quel tipo di maniglia, sono occorsi un paio di minuti prima che la temperatura tornasse ad un valore stabile. Da sottolineare che eravamo le uniche persone presenti in quell’area dell’edificio.

 

 

Ricerca al Museo del Giocattolo – Palazzo Rospigliosi

In questo scatto possiamo notare il netto differenziale tra lo sfondo ed il corpo – ed una leggera perdita di calore sui lati (fin troppo uniforme). La foto è stata scattata in un punto dove fisicamente non era presente nessuno. La sagoma ha una chiara forma antropomorfa, come fosse una persona seduta.

Nella seguente fotografia termica, si nota una formazione di calore del tutto anomala. Il punto ripreso era vuoto e la sfera praticamente fluttuava in aria  nonostante non fosse visibile senza l’ausilio della telecamera termica. (Da notare la temperatura altissima della sfera).

 

 

Ricerca al Castello di Arquata del Tronto

Una sequenza di scatti unica nel suo genere, riprende una formazione anomala durante la sua manifestazione. Non sappiamo di cosa si trattasse ma abbiamo seguito la formazione dal momento della comparsa (a partire dalla foto in alto a sinistra) fino alla sparizione (ultima foto in basso a destra)

 

 

Ricerca in abitazione privata a Castel Di Sangro

La figura antropomorfa che abbiamo rilevato fu visibile anche ad occhio nudo ed fu vista  proprio da due membri del Team. Nel caso specifico, si è individuata nitidamente un’ombra riflettersi sui vetri della finestra della casa, chiusa esternamente dalla persiana, muoversi alle nostre spalle; questo ha fatto sì che la nostra attenzione ricadesse dietro di noi, permettendoci così di scattare la fotografia qui evidenziata. (La foto non è stata scattata al vetro, bensì di fronte all’operatore in un punto specifico). La figura antropomorfa è sulla sinistra (in verde) mentre la luminescenza sulla destra è uno strumento presente nell’ambiente.

 

 

Ricerca presso il locale “La Perla Nera”

Segnalazione: durante una serata, verso la mezzanotte, uno degli ospiti si è fotografato tramite cellulare. Alla visione della fotografia scattata, ha notato dietro di sé il volto di una persona rimasta impressa nello scatto. 

Scatto T – Eseguito dalla persona che per motivi di privacy è stata tagliata dalla fotografia

Nello stesso punto della segnalazione (Vedi foto sopra) tramite telecamera termica, abbiamo riscontrato la formazione di un “extra” con sembianze antropomorfe (Quella che sembra la testa ha una temperatura più ampia rispetto al resto del corpo).

In questo scatto con l’ausilio della camera termica, riscontriamo il passaggio di una formazione di calore davanti l’obiettivo, come di un ‘qualcosa’ che stesse attraversando la stanza. Questa formazione a differenza di molte altre è però risultata ai piedi di un piccolo mobile presente nel locale. L’ipotesi più suggestiva richiama alla mente la sagoma di un gatto o di qualcosa di minuto simile ad un animale (formazione Rossa).

Lo scatto che segue è di sicuro interesse per poter ipotizzare come un passaggio o la presenza di una anomalia possa in qualche modo generare del calore (in questo caso in eccesso), che rimane successivamente impresso nel punto del passaggio stesso. La traccia rossa si è generata in maniera spontanea su un tavolo da biliardo senza che nessuno si avvicinasse a quel punto.

 

 

Ricerca nell’ex struttura geriatrica della Marcigliana

Nel seguente scatto si può notare nel cerchio rosso, una formazione anomala riscontrata grazie all’ausilio della fotocamera sensibile alla banda spettrale dell’Infrarosso e dell’Ultravioletto. Non è possibile determinarne la natura ma risulta essere un’anomalia degna di interesse in quanto nel campo del visibile, nello stesso momento, non è stato riscontrato alcunché.

 

Tutte le foto sono soggette a copyright e di proprietà dell’Associazione di Ricerca Scientifica Ghost Hunters RomaLa riproduzione anche parziale senza il consenso del fornitore del servizio può essere punibile anche penalmente secondo le vigenti leggi in materia. Tutto il materiale (originale) presente in questo articolo è in possesso dell’Associazione GHR.

 

 

 

 

 

 

 

Condividi sui social